READING

Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel...

Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo

Una settimana fa ci sono stati 250 morti a Baghdad e poi ce ne sono stati altri 250.000 da quando è scoppiata la guerra tra Siria e Iraq, ma tanto chissenefrega sono laggiù.
In Libia oltre 5.000 morti per la guerra civile e i 435.000 sfollati che oltre ad essere sfollati hanno pure il coraggio di venire in casa nostra a rubarci il lavoro e a rubare nelle nostre case, ma pensa te! Non potevano starsene la? Qui in Italia abbiamo già i nostri problemi in fondo, non riesco a pagare Sky, l’Italia è fuori dagli europei e non posso più permettermi il sushi al sabato sera.

In Turchia attentato nella moschea blu e muoiono 10 persone, ah beh gli sta bene stavano nella moschea a pregare sti musulmani, fatti loro.. ah no aspetta, erano turisti tedeschi, poverini!

In Burkina Faso muoiono 28 persone in un caffè, va beh tanto sono africani però cavolo c’era un italiano tra loro, poverino, che mondo di merda.

Nella guerra che il mondo sta facendo “contro” l’Isis sono morti circa 9000 civili, che poi sapere che tra questi circa 2800 sono stati uccisi dagli americani poco importa, se l’hanno fatto si vede che un motivo ci sarà.

Attualmente in corso ci sono guerre con centinaia se non migliaia di morti, ma grazie all’informazione ci soffermiamo solo su quello che ci passano i media, invece attualmente si combatte in Yemen, Mali, Repubblica Centrafricana, nel Sud del Sudan e nell’Ucraina orientale, ma poco importa, non sono cose nostre che si arrangino, e poi se alla tv non dicono niente si vede che non sono così importanti.

Però poi se c’è un attentato a casa nostra improvvisamente nasce e cresce questo amore per la propria patria, questo finto buonismo che ci assale quando vediamo morti in casa nostra, e così nelle nostre bacheche appaiono candele accese, poesie, foto di bambini morti chiedendo giustizia.

Nessuno ha mai pensato “poveri profughi, chissà cosa stanno passando per arrivare a fare un viaggio così” prima di aver visto la foto del bambino morto steso sulla spiaggia.

Finché non ci rendiamo conto che siamo tutti un’unica cosa, che non esistono confini, che se solo lo volessimo potremmo veramente vivere in un mondo migliore ci saranno sempre guerre, attentati e morti ammazzati. Il mondo non va bene se ci sono morti che non vediamo e combattimenti di cui facciamo finta di non sapere. Quando chiudi la tv la vita va avanti anche se non ci pensi. Forse il tuo mondo andrà bene ma prima o poi cozza con quello che hai intorno e che fai finta di non vedere. Il tuo mondo non è fatto solo dalle persone e dai posti che frequenti ma è tutto il tuo mondo, e se va male è anche colpa tua e anche colpa mia che abbiamo fatto si che accadesse.

Un morto in Italia non vale più di un morto a Baghdad e nemmeno meno di un morto in Burkina Faso o in Francia.

Erano tutte persone che erano su questa terra per vivere la loro vita, bella o brutta che sia (ma questi sono fatti loro), con le loro idee, ragioni e religioni che anche loro non sono ne meno ne meglio della tua.

Sii tu il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo (Mahatma Gandhi)

(Visited 2 times, 1 visits today)



Lasciami un commento!


Mamma, webdesigner e blogger. Nel 2012 decido di seguire le mie passioni legate al mondo del web e lascio la strada prefissata. Oggi gestisco magazine online e blog di successo. Seguimi anche su www.greenmagazine.it

RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
KNOW US BETTER