READING

Mamma, beata te che stai a casa a non fare nulla

Mamma, beata te che stai a casa a non fare nulla

Spesso durante il periodo di maternità mi è capitato di sentirmi dire con aria di sufficienza da lavoratori incalliti “eh beata te, che stai a casa a non fare nulla, è bella la vita eh”.

Partiamo dal presupposto che la legge è legge, e se impone alle neomamme di stare a casa almeno 3 mesi dopo il parto un motivo ci sarà.

Solo per aver portato un essere vivente in grembo per 9 mesi, una donna dovrebbe avere di diritto altrettanti mesi stipendiati al 100% per suo meravigliosissimo premio produzione che neanche il miglior manager al mondo potrebbe portare a casa.

Ma a parte questo,  voi uomini in carriera, lo sapete cosa vuol dire avere un dipendente che  vi sta in braccio tutto il giorno  24h su 24  senza ferie, permessi e pause caffè?

Prima del parto mi immaginavo la mia futura vita da mamma perfetta stile mulino bianco, pavimenti lucidi, cameretta perfetta, capelli in ordine, sorriso smagliante e un sottofondo di risatine e carillon.

La realtà aimè non è proprio così. La vacanza premio che molti pensano ci abbiano regalato, in realtà è un corso di sopravvivenza di quelli duri duri duri. Insomma Bear Grylls ci fa un baffo cari uomini. Mangiare vermi, nuotare tra le rapide e sopravvivere nella Savana non è nulla a confronto di quello che deve superare una neomamma nei suoi primi 3 mesi di vita.

Senza contare gli innumerevoli impegni che tuo figlio ha nei suoi primissimi giorni, più che una mamma ti senti una portaborse (poco stipendiata però), visita del 2° giorno dopo le dimissioni, visita del 4° giorno, visita del  6° giorno, visita oculistica, visita delle anche, visita dal pediatra, seconda visita del pediatra, vaccini come se non ci fosse un domani, visita della nonna, zia, prozia, cugina, vicina di casa dove abitavi a 3 anni, visita dell’amica dell’amica di famiglia (che mica puoi dire di no, no??) amici, amici di famiglia lontani, amici di famiglia dei tuoi, amici di famiglia dei suoceri che neanche conosci, amiche lontane, amiche vicine, mamme delle amiche vicine e mamme delle amiche lontane. Ecco tutto questo nei primi 3 mesi di vita di tuo figlio ma il più delle volte sono tutti concentrati nelle prime due settimane quando il tuo unico pensiero è “perchè perchè perchè!!!!!! Io voglio solo dormire!!”

Ma non è finita qui cari uomini, la vita di una neomamma non è mica solo questo, quelli appena elencati sono solo gli svaghi che una neomamma si  può permette nella sua “vacanza” dal lavoro, per il resto della giornata si rilassa così..

Si  alza al mattino tipo zombie (s)carica per cominciare, anzi continuare la giornata infinita che dura da oramai 48 h in cui ha allattato, mangiato di nascosto perchè suo figlio sa che si sta rilassando e piange (lo fa apposta è provato), ha trovato il tempo per farsi la doccia settimanale (si hai letto bene SET-TI-MA-NA-LE, con più frequenza è impossibile), è riuscita a fare pipì di nascosto, ha fatto il bucato innumerevoli volte (perchè LUI oltre a vomitare, caga anche fuori dal pannolino), pulito casa alla bene e meglio, ha inoltre cullato, cantato, coccolato, cambiato, allattato, cullato, massaggiato, addormentato, coccolato, svegliato, massaggiato, ricullato, riaddormentato, risvegliato, ricambiato e riaddormentato il pupetto.

Tutto questo per 3 mesi in loop senza mai fermarsi, 24h su 24, 7 giorni su 7, zero ferie e zero permessi.

Ma ricorda, se è una donna fortunata dorme, magari dalle 12 alle 12:20 quando lui ha deciso di fare il pisolino e lei, mentre cucina pensa a quel consiglio che molte mamme le hanno dato “beh è semplice no? dormi quando dorme lui!” e così decide di prendersi pemesso, timbrare il cartellino  e  domire anche lei, sui fornelli, per far prima.

 

 

(Visited 1 times, 1 visits today)



Lasciami un commento!


Mamma, webdesigner e blogger. Nel 2012 decido di seguire le mie passioni legate al mondo del web e lascio la strada prefissata. Oggi gestisco magazine online e blog di successo. Seguimi anche su www.greenmagazine.it

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM
KNOW US BETTER