Golden Milk, lo avete mai provato?

Avete mai provato il Golden Milk? Resto sempre affascinata da queste bevande supermega benefiche, detox e piene di proprietà.

Ma la mia domanda è, ma saranno anche buone? Cioè non è possibile che solo le cose buone facciano male!

La panna, il gelato, il cioccolato, le caramelle, no, non è corretto.

Stavo scrivendo un articolo per greenmagazine.it, quando mi sono imbattuta nella ricetta del Golden Milk, bevanda supermega salutare a base di latte vaccino o no, olio di mandorla, curcuma e miele.

Ecco a dirla tutta non deve essere una bevanda così tanto leggera e poco calorica, ma a quanto pare fa molto molto bene.

La curcuma è una spezia molto usata in Asia per le sue tantissime proprietà, lenitive ed antifiammatorie oltre ad essere usata come tinta per tessuti.

Vi scrivo quindi qui sotto la ricetta del Golden Milk, lo avete provato? io sono proprio curiosa!

Golden Milk, ricetta

  •  1 cucchiaio di pasta di curcuma (composto formato da mezza tazza di curcuma in polvere, mezza tazza di acqua e mezzo cucchiaino di pepe)
  • 1 tazza di latte (vaccino o vegetale),
  • 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci alimentare,
  • pepe qb,
  • miele e o sciroppo di malto per dolcificare.

 

Per prima cosa preparare la pasta di curcuma facendo bollire in acqua il pepe e la curcuma. Il composto deve addensarsi.
Quando la pasta di curcuma si è raffreddata, metterla in frigo e conservarla per massimo 30/40 giorni.

Per il golden milk miscelare latte, olio di madorle, pepe, miele e un cucchiaio di pasta di curcuma.
Miscelare il tutto a fuoco basso.
Aggiungere un pochino di cannella per aumentare le proprietà benefiche della bevanda.

 

Le immagini di questo articolo non sono state scattate da me, ma sono di eatwell101.com e di  heavenlynnhealthy.comSalva

Salva

Salva

Salva

Salva

About the author
Mamma, webdesigner e blogger. Nel 2012 decido di seguire le mie passioni legate al mondo del web e lascio la strada prefissata. Oggi gestisco magazine online e blog di successo. Seguimi anche su www.greenmagazine.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *